Come potare una siepe in modo perfetto: i consigli

come potare una siepe
scopriamo insieme come potare una siepe

La siepe è da sempre un elemento estetico e decorativo nel nostro giardino. Scopriamo insieme come curarla e potarla.

Questo elemento decorativo rende il nostro giardino magnifico, con un tocco di classe. La siepe è un elemento specifico e bellissimo, ma ovviamente ha bisogno di cure specifiche per crescere in modo sano e sopratutto super rigogliosa.

Viene utilizzata come mezzo di divisione delle proprietà e può comunque assumere sembianze e forme particolari.

Chi ha uno spazio verde a disposizione può tranquillamente utilizzare la siepe piuttosto che la semplice e tradizionale recinzione.

Infatti, oltre ad essere funzionale è dal forte impatto estetico.

Scopriamo insieme come potare la nostra siepe per renderla folta, rigogliosa, dritta e vigorosa.

Come potare la siepe: fare molta attenzione

potare una siepe

La siepe come altre piante da giardino ha bisogno di cure specifiche per crescere sana e e svolgere bene la propria funzione, che varia, da semplice ornamento ad un elemento importante per tracciare un confine o delimitare i sentieri. O proprio come punto d’attrazione per il giardino.

Per tale motivo bisogna dedicare particolare attenzione alla potatura in quanto deve essere effettuata ad intervalli regolari, in modo da garantire una crescita uniforme e armoniosa.

La potatura delle siepi va fatta in periodi dell’anno specifici ed eseguita in modo da garantire uno sviluppo regolare e ordinato della pianta.

Va detto, che la siepe deve essere concimata, irrigata e monitorata curando il terreno sin da quando viene piantata. Durante il corso della potatura devono essere eliminate, se presenti le parti malate della pianta e i rami spezzati.


LEGGI ANCHE: Bouganville in vaso: tutto quello che devi sapere su coltivazione, cura e potatura


Inoltre, è necessario seguire dei trattamenti specifici in modo che la malattia che la pianta può contrarre non si diffonda su tutta la pianta.

Attrezzatura per la potatura delle siepi

Come dicevamo la potatura richiede una particolare attenzione e non basta servirsi degli attrezzi giusti per effettuare una potatura perfetta. 

Anzi, è bene specificare che non esistono piante e che abbiano una particolare predisposizione per diventare siepi. Ciò dipende strettamente dalla propria conoscenza e capacità, oltre che dalla scelta della pianta.

Le piante da siepi sono molto resistenti alla potatura perché presentano una chioma molto fitta e se potata bene con intervalli regolari si crea un effetto bellissimo: ovvero quello verde pieno e folto.

Prima di cominciare la potatura bisogna procurarsi alcuni attrezzi indispensabili per tagliare i rami alle siepi:

  • un paio di cesoie,
  • un tagliasiepi
  • dei guanti da giardinaggio
  • un rotolo di spago
  • due bastoncini
  • del filo
  • bastoni

Infine, per potare le siepi correttamente dovete prima munirvi di questi attrezzi adeguati e creare una siepe dritta senza alcun tipo di irregolarità, questo gli conferisce un effetto estetico di un certo tipo.

Per fare in modo che la potatura sia perfetta, iniziate legando la siepe con uno spago e un bastone, all’altezza desiderata.

Tendere lo spago in orizzontale fino alla punta della siepe e legarlo dalla parte opposta alla stessa altezza, in modo che sia abbastanza teso.

Poi potare facendo fede alla linea dello spago che si è formata in altezza, così da evitare onde poco estetiche. Tagliate la siepe con le cesoie e in alternativa, con il tagliasiepi.

La tagliasiepi va utilizzata con molta accortezza e se vi sono dei rami spezzati bisogna effettuare un taglio netto e obliquo verso l’alto. 

Con la forbice vanno ritoccati i rami mal potati, in modo che si eviti il rischio di malattie che a loro volta causino ferite o tagli sfrangiati.

Le siepi vanno potate ad inizio primavera e in autunno. 

In primavera, sarebbe opportuno potarla ad inizio marzo, mentre in autunno il periodo migliore sarebbe ad ottobre.

come potare una siepe