Giochi all’aperto per bambini: i 10 più divertenti

Giochi all'aperto per bambini
Giochi all'aperto per bambini

Chi oggi è adulto sicuro ricorda i giochi all’aperto fatti da bambini: giochi da fare in gruppo, nei parchi, per strada, nel giardino condominiale. Ecco i più divertenti.

Purtroppo alcuni giochi all’aperto sono andati persi: è sempre più raro vedere gruppi di ragazzini che giocano magari rincorrendosi, senza cellulari o device elettronici.

Spolveriamo allora i giochi che ci piacevano di più.

LEGGI ANCHE: COME ORGANIZZARE IL PIC NIC IDEALE

I giochi da fare all’aperto: i principali benefici per i bambini

bambini giochi all'aperto
Bambini e giochi all’aperto

Per i giochi all’aperto non esiste stagione: fanno bene sempre, anche d’inverno se non piove. Fanno bene all’equilibrio psico-fisico dei bambini e favoriscono la socializzazione.

Se i bambini sono attivi si ammalano di meno, questo è scientificamente provato: dovrebbero infatti passare almeno un’ora al giorno all’aperto con gli amici.

Se dovessimo specificare i vantaggi per i bambini, oltre alle competenze sociali, i giochi all’aperto favoriscono:

  • migliori capacità visive: il fatto di non rimanere a guardare tutto il tempo uno schermo previene la miopia ad esempio
  • maggiore resistenza allo stress: favoriscono infatti riposo e sonno, per non parlare dei benefici di stare in mezzo al verde
  • maggiore assorbimento di vitamina D con evidenti benefici per il sistema immunitario.

Vediamo ora insieme i più divertenti.

10 giochi da provare all’aria aperta

1- Palla prigioniera: si formano 2 squadre che si dividono un campo. Ogni campo ha 2 aree, una più grande dove avviene il gioco, e una più piccola che rappresenta la prigione. Lo scopo è colpire con la palla un giocatore della squadra avversaria senza far toccare la palla per terra. Chi è toccato diventa prigioniero. Se la palla viene bloccata chi l’ha lanciata viene fatto prigioniero. I prigionieri vengono liberati se intercettano la passa lanciata o se la lanciano e colpiscono un avversario. Vince chi cattura tutti gli avversari.

2- Quattro cantoni: si gioca in numero minimo di 5 giocatori. Di questi 4 occupano i 4 angoli del campo, mentre uno è al centro. Se correndo da un cantone all’altro il quinto occupa il cantone si va al centro.

3- Rubabandiera: si formano 2 squadre, i componenti vengono numerati. Chi tiene la bandiera chiama un numero e i 2 giocatori con quel numero devono scattare e prendere la bandiera. Chi la prende e non viene preso e torna al suo posto è salvo. Se invece si viene toccati con la bandiera in mano si perde.

4- Un, due, tre stella: c’è un bambino che rivolto con le spalle agli altri recita questa frase mentre gli altri avanzano per raggiungerlo. Se al momento in cui chi parla si volge a guardare gli altri e vede qualcuno che si muove, questo ritorna al punto di partenza. Vince chi arriva per primo e grida “Stella!”

5- Regina Reginella: tutti ricordano la frase “Regina Reginella quanti passi devo fare per arrivare al tuo castello con la fede e con l’anello con la punta dell’ombrello?”. I bambini si posizionano su una linea di partenza e recitano la frase, chi fa la Regina o il Re deve rispondere dicendo il numero di passi che devono compiere a turno e di quale animale, es. “5 passi da gambero” o “3 passi da elefante”. Chi perde l’equilibrio o sbaglia a contare i passi torna al punto di partenza. Vince chi raggiunge per primo la Regina o il Re.

6- Acchiapparella: questo è il classico dei giochi. C’è un bambino che insegue e gli altri scappano. Se un bambino viene preso starà a lui acchiappare ma non può prendere chi lo ha toccato.

7- Corda: il salto con la corda può essere individuale o di gruppo. In questo caso 2 bambini girano la corda e uno salta al centro.

8- Tiro alla fune: con una corda si creano due squadre e si traccia una linea che non deve superata. I bambini si mettono tutti insieme da un lato e dall’altro e al via devono tirare più che possono. La squadra che per prima oltrepassa la linea perde.

9- Rialzo: il gioco è come acchiapparella solo che chi trova un rialzo, un punto sopraelevato, non può essere preso.

10- Nascondino: un giocatore si acceca e inizia la conta che può essere minimo di 20 secondi ma che aumenta a seconda del numero dei partecipanti. Finito di contare occorre trovare i compagni nascosti. Chi viene scoperto deve correre al punto in cui si era accecato e toccarlo dicendo “tana per …”. Nel frattempo gli altri devono riuscire ad arrivare al punto di conta senza farsi vedere. L’ultimo che deve essere trovato può liberare tutti raggiungendo il punto di conta prima di chi si è accecato e gridare “tana libera tutti”.

Giochi all'aperto e bambini
Giochi all’aperto e bambini