Come farsi ubbidire del cane: i consigli

farsi ubbidire dal proprio cane
scopriamo insieme come farsi ubbidire dal proprio cane

L’educazione del cane è un tema molto sottovalutato ma ampiamente discusso, anche se trattato con sufficienza. Scopriamo insieme perché è importante e come farsi ubbidire.

L’educazione del cane è fondamentale. La costante applicazione e la cura dei minimi dettagli fa la differenza, e ne corregge il carattere e l’eventuale aggressività. 

Questo gli permette di farlo diventare un perfetto padrone di casa e di accogliere gli ospiti.

E’ diffusa in molti la paura dei cani, sopratutto a causa dell’aggressività di alcune razze che si comportano in un certo modo solo perché non sono stati educati.

Il comportamento dei cani dipende dal suo padrone.

Scopriamo insieme come farsi ubbidire.

L’educazione del cane richiede molto tempo e questo poi gli permette di capire quanto un cane sia affettuoso, socievole o simpatico con i nuovi amici.

Bisogna innanzitutto comprendere, sin dal primo giorno, la personalità del cane, per poi capire come comportarsi di conseguenza.

Come farsi ubbidire dal proprio cane

farsi ubbidire dal proprio cane

Il cane risponde a determinate leggi in modo naturale e non è quindi possibile associarne il comportamento con i valori del padrone. Il cane sarà sempre guidato dall’istinto, quindi un piccolo errore o inconsapevole causa una reazione che è normale anche se non adeguata.

I nostri amici a quattro zampe vanno quindi educati tramite la comunicazione. E’ importante capire come pensare come loro e capirne le reazioni oltre che i loro istinti naturali.

Infatti, quando si impartisce un comando, va tenuto sempre a mente che si comunica con un cane.

Non bisogna urlare perché non serve a nulla e il loro udito è molto sviluppato, più di quanto noi possiamo immaginare. Ciò significa che le urla sono percepite come una punizione e che possono recargli molto fastidio.


LEGGI ANCHE: Come rimuovere i peli del gatto, il mio trucchetto infallibile


Niente lunghe frasi, inoltre, perché non capirebbero e sopratutto il comando deve essere di una sola parola, accompagnata da un gesto.

Quando il cane impara e gli viene insegnato un comando, è importante che comprenda il gesto della mano e riceva una ricompensa. Se il cane invece ignora tutto ciò non si deve mai dare l’impressione che si è disposti a ripetere il comando all’infinito.

E’ importante che si reagisca subito, perché il cane con la sua intelligenza è capace di valutare l’umore dell’uomo e si renderà conto se davanti ha un uomo per nulla conbitno.

Non appena ubbidirà, infatti, è importantissimo ricompensarlo e riconoscere il suo padrone come una sorta di capo branco da rispettare e ubbidire spontaneamente.

Una carezza, una lode particolare o qualcosa da mangiare a portata di mano può solo che far bene.

Se invece il cane fa qualcosa di sbagliato o scorretto, si deve distrarre con un rumore per cercare di fargli capire che quello che ha fatto non andava bene.

Quest’ultima cosa va fatto solo quando il cane ha fatto qualcosa di sbagliato o non riuscirebbe a capire la reale reazione del padrone.

Mai picchiare il cane, perché distruggerebbe il rapporto di fiducia.

farsi ubbidire dal cane