Come piegare un tovagliolo per una tavola elegante

come piegare un tovagliolo
Scopriamo insieme come dare un tocco di classe alla nostra tavola, piegando i tovaglioli

Avere un tovagliolo perfetto piegato in tavola è un elemento aggiuntivo decisivo. Scopriamo come dare questo tocco di classe.

Quando si tratta di apparecchiare una tavola elegante, avere un tovagliolo ben piegato, è una chicca che da un tocco di classe e che risalta all’occhio. Questo elemento infatti cambia la rappresentazione della tavola.

Vogliamo, per questo motivo, in questo articolo, illustrarvi come poter piegare i tovaglioli in base alla tavola, così da creare una “piccola opera d’arte” e una tavola unica.

Vedrete che attirerete l’attenzione dei commensali e tutti vi chiederanno come avete fatto.

D’altronde, l’eleganza ha sempre avuto un certo fascino.

Siete curiosi di sapere come fare?

Noi ve lo sveliamo.

Piegare il tovagliolo in base alla tavola

piegare i tovaglioli

Quando decidiamo di allestire la tavola, in base al livello di formalità o meno, decidiamo che tipo di piegatura al tovagliolo vogliamo dare.

Infatti, se decidiamo di avere una tavola elegante ma anche formale, sono bandite le piegature con forme artistiche tipo: cigni, fiori, cravatte. Queste forme sono per occasioni molto eleganti e non mise sobrie.

In altre occasioni, ovviamente sempre stabilendo il grado di formalità o meno, possiamo proporre qualche piegatura particolare che si abbini, ad esempio, al tema della serata o del centrotavola della stagione.

Bisogna quindi tener conto dei colori della tovaglia, o comunque che la dominano e quindi anche dei piatti e dei bicchieri, così da non creare un mix di colori e confusione.

Il tovagliolo, va piegato in modo non troppo estroso o andando fuori tema perché non esalterebbe la tovaglia.

Ecco quindi la guida per piegare un tovagliolo per una tavola elegante.

Piegare un tovagliolo per una tavola elegante

I modi per piegare il tovagliolo e presentarlo a tavola rendendola elegante iniziano sempre con la preparazione: ovvero stirarlo perfettamente prima di piegarlo assicurandoci che non ci siano pieghe.

Poi bisogna:

  1. Piegarlo in diagonale e creare il classico tovagliolo
  2. Piegarlo creando un rettangolo, quindi prima si piega in due il tovagliolo e poi in tre parti: bisogna piegare il lato sinistro verso l’interno, lato destro verso l’interno. Poi girate il tovagliolo sottosopra nascondendo le parti piegate e gli orli a vista, mentre la parte pulita va lasciata verso l’alto.
  3. Un’altra possibilità è di piegare il tovagliolo in modo che risulti al centro uno degli orli. Questo essendo a vista crea una taschina che è utile se si vuole inserire il menù. Le posate o un cartoncino con un messaggio personalizzato per l’ospite in seguito alla piegatura.

LEGGI ANCHE: Decorazioni di Pasqua da fare con i bambini: idee facili e creative


 

piegare i tovaglioli

 

Ogni tovagliolo ovviamente deve essere collocato nel lato sinistro del piatto, dopo le posate, oppure sul piatto. Dipende dall’eleganza della tavola e dall’impatto che vogliamo darne. Poi possiamo associare a questo piccoli oggetti di rifinitura.