Canditi: come prepararli e utilizzarli in cucina

canditi come prepararli
scopriamo insieme come preparare i canditi

I canditi sono degli ingredienti speciali deliziosi che danno colore e sapore alle tue ricette. Scopriamo insieme come prepararli e utilizzarli in cucina.

I canditi sono degli ingredienti deliziosi che possono arricchire sotto ogni punto di vista le tue ricette, sia in sapore che in colore. 

Scopri come prepararli e utilizzarli in 16 giorni.

Il fascino di queste agre scorzette è irresistibile, non c’è una stagione senza canditi, dai sorbetti estivi ai panettoni invernali, in qualunque parte dell’Italia, si usano sempre di più queste chicche deliziose per arricchire il “piatto”.

La candidatura è un metodo di conversazione della frutta attraverso l’immersione di essa in uno sciroppo di zucchero.


LEGGI ANCHE: Come conservare le patate: cosa fare e cosa non fare


Il tempo stimato sono 16 giorni, ma il risultato finale è meraviglioso.

Acqua, zucchero e frutta, sono gli ingredienti da cui iniziare.

Come fare la candidatura

candidatura

I pezzi di frutta sono prima cotti in acqua e poi immersi nello sciroppo formato dallo zucchero sciolto che conferisce lucidità e dolcezza.

Bisogna prima di tutto, iniziare preparando la frutta matura e integra. Lavarla per bene e farla bollire per qualche minuto.

Poi va messa in ciotole divisa per tipo di frutta: quella piccola intera, quella grande a pezzi e quella con la buccia dura forala con una forchetta.

Per 500 g di frutta pesata cruda dovrai fare uno sciroppo con 200 grammi di zucchero e 400 ml di acqua, che gli darà vita.

Inoltre, fai bollire per 3 min e versa lo sciroppo sulla frutta. 

Fai riposare per 24 ore, e separa lo sciroppo in una pentola e aggiungi 60 gr di zucchero, porta ad ebollizione e versa di nuovo sulla frutta.

Ripeti questa operazione per 7 giorni, e poi partire dall’ottavo e metti 80 gr e fai riposare il composto per altre 48 ore. Il decimo giorno ripeti la stessa operazione e fai riposare per altri 4 giorni.

Infine, prendi la frutta e lasciala asciugare coperta sotto un telo, prestando attenzione che questo non tocchi la frutta.

La materia prima è fondamentale per la buona riuscita. La frutta deve essere della giusta maturazione, ovvero con profumo e consistenza al massimo.

Molti sbagliano proprio questo aspetto.

Come usare i canditi

Albicocche, pesche, prugne, pere e mele possono essere gustate intere o a fette una volta eseguiti passo passo tutti i passaggi. Le potrai abbinare alle tue ricette preferite come i dolcetti tipici di natale, il panettone classico e i ricciarelli toscani, fino alle cassate siciliane.

Sono ottimi elementi decorativi per torte, gelati e dolci tradizionali.

Anche il riso all’ Imperatrice è un dessert che viene arricchito con i canditi.

 

preparare i canditi