Ora legale: ecco come non perdere il sonno

ora legale
scopriamo insieme come non perdere il sonno

Il cambio dell’ora ti fa perdere del sonno? Leggici per scoprire i trucchetti per riappropriarsi in tempi brevi del sonno perso.

Questo weekend, che va dal sabato 27 alla domenica 28 marzo cambia nuovamente l’ora legale.

Durante questo weekend quindi dovremmo spostare le lancette un’ora avanti.

L’ora legale fu introdotta nel secolo scorso in Gran Bretagna per consentire il risparmio energetico ed oggi esiste in circa 70 Paesi del mondo.

Tuttavia ultimamente si sta valutando di rimuoverla, poiché il consumo o meglio la riduzione del consumo di energia, motivo per cui era stata introdotta è veramente minimo.

Scopriamo quindi come poter eventualmente recuperare l’effetto collaterale dovuto al cambio dell’ora.

Come non perdere il sonno

ora legale

Molte persone potrebbero soffrire di alcuni effetti collaterali dovuti al cambio dell’ora. Infatti accusano stanchezza, alterazioni dell’appetito, debito di sonno che poi, si risolvono nei giorni successivi.

Altri invece, soffrono di alcune patologie che intaccano l’equilibrio del singolo individuo e possono manifestarsi per settimane.

Fortunatamente esistono dei semplici trucchetti per recuperare subito l’ora di sonno persa a causa dell’introduzione dell’ora legale. 

Come ad esempio non eccedere con cibo e alcolici la sera, in modo da favorire il naturale rilassamento e l’addormentamento.

Un’altra soluzione può essere quella di andare a letto 15 minuti prima del solito ogni sera per i primi 4 giorni. 

Questo favorirebbe il recupero del sonno perso.

Infatti se si è soliti andare a letto alle 23.00, il giorno prima ci si può coricare alle 22.45, il secondo alle 22.30 e il terzo alle 22.15.

Infine il quarto giorno alle 22.00. E’ un modo graduale per riprendere i ritmi regolari che ci appartengono.

Poi, allo stesso modo, ci si può svegliare al mattino 15 minuti prima per 3 giorni, e il quarto giorno alzarsi all’orario consueto.

Gli esperti sostengono infatti che bisogna tentare di sincronizzare il ritmo cardiaco a un risveglio anticipato, andando fuori la mattina presto, ad esempio, senza occhiali da sole, e guardando nella direzione del sole.

Ovviamente non si suggerisce di guardare il sole in modo diretto per 15 minuti, ma di orientarne solo lo sguardo nella stessa direzione.


LEGGI ANCHE: La skin-care notturna per migliorare la tua qualità del sonno


Infine, suggeriscono di camminare a piedi scalzi su erba o marciapiedi, poiché questa tecnica aiuterebbe a regolare il nostro orologio biologico.

Sono tutti dei piccoli accorgimenti che potrebbero di gran lunga aiutare il nostro organismo a sincronizzarsi con la natura.

come recuperare il sonno

Riducendo così di gran lunga lo stress e la stanchezza che il cambio dell’ora può recarci poiché sovverte leggermente la nostra routine.

Seguiteci per altri consigli e suggerimenti.