Lingua di suocera: consigli utili su come coltivarla

Lingua di suocera: caratteristiche e cure necessarie
Lingua di suocera: caratteristiche e cure necessarie

La lingua di suocera, il cui nome originale è Sansevieria, è una delle piante più resistenti al mondo. Scopriamo le sue caratteristiche e come coltivarla.

La lingua di suocera essendo una pianta molto resistente è indicata anche per chi non è dotato di pollice verde.

Tuttavia, questo non significa che la sansevieria non richieda cura e attenzioni. Di seguito vi forniamo alcuni consigli utili su come prendersene cura rendendola vigorosa e sana.

Lingua di suocera: cure

Lingua di suocera: consigli utili su come coltivarla
Lingua di suocera: consigli utili su come coltivarla

Questa pianta è in grado di adattarsi ad ogni temperatura, ma non al gelo. In generale, è particolarmente indicata tra i 10 e i 25 °C.

La lingua di suocera richiede la luce indiretta, di conseguenza, è meglio collocarla nelle vicinanze di finestre o in un angolo esposta alla luce ma mai direttamente sotto i raggi del sole. Questo vale anche nel caso in cui decidiate di collocarla all’esterno. Il risultato, infatti, potrebbe essere quello che le foglie si brucino.

In caso di assenza di luce, invece, la lingua di suocera potrebbe indebolirsi e le foglie assumere un colore verde scuro.

Irrigazioni: come e quando effettuarle

La sansevieria non richiede frequenti irrigazioni. Durante la stagione estiva, dovete innaffiarla solo se il terreno si presenta molto secco, sempre senza esagerare.

Durante la stagione invernale ed autunnale, invece, le innaffiature devono essere molto sporadiche da limitare solo al caso in cui la pianta dovesse apparire molto secca.

In modo tale da evitare la marcescenza delle radici.

Quale vaso scegliere e come proteggerla dai parassiti

Dato che le foglie di questa pianta sono piuttosto pesanti la scelta del vaso deve ricadere su forme regolari in modo tale da evitare eventuali sbilanciamenti. I più indicati in questo caso sono sicuramente i vasi in terracotta.

Leggi anche: VASI DI TERRACOTTA: COME RIPARARLI QUANDO SI ROMPONO

Per quanto riguarda invece, l’aspetto parassiti, nonostante questa sia una pianta molto resistente può essere attaccata dalla cocciniglia farinosa.

In questo caso, l’intervento deve essere immediato. Uno dei rimedi naturali più efficaci è quello di diluire circa 10 ml di olio di lino con 1 litro di acqua all’interno di un vaporizzatore.

Dopo, spruzzate la soluzione direttamente sulle foglie di sansevieria.

Conclusione

In linea di massima, quando le foglie della vostra pianta risultano afflosciate ciò potrebbe ricondursi a precisi fattori come:

  • acqua in eccesso;
  • luce scarsa;
  • attacco parassitario;
  •  radici compresse a causa di vaso troppo piccolo;

Leggi anche: COLTIVARE GERANI: CONSIGLI UTILI PER OTTENERE MERAVIGLIOSE FIORITURE

Nel caso, invece, le foglie dovessero presentarsi secche ciò può voler dire che la vostra pianta riceve poche irrigazione.

Lingua di suocera: consigli utili su come coltivarla
Lingua di suocera: consigli utili su come coltivarla