Impianto di irrigazione da balcone: come realizzarlo

impianto irrigazione balcone
Impianto di irrigazione da balcone: come realizzarlo

Come realizzare un impianto di irrigazione da balcone in modo pratico ed efficace.

Se avete un balcone abbastanza grande e pieno di piante, invece di dare l’acqua ogni volta a mano, con l’innaffiatoio o lo spruzzino, potete realizzare il vostro impianto di irrigazione automatico.

Vi sarà di grande aiuto, soprattutto se state fuori tutto il giorno e tornate a casa tardi la sera, sfiniti, e non avete voglia di mettervi a dare l’acqua alle piante. Soprattutto un impianto automatico è molto utile quando andate in vacanza e non avete nessuno che possa innaffiare le vostre piante in terrazza.

Realizzare un piccolo impianto di irrigazione per i vostri vasi sul balcone è molto più facile di quanto possa sembrare. Ecco come fare.

LEGGI ANCHE: CURA DEL GIARDINO: COME PULIRE L’IMPIANTO DI IRRIGAZIONE?

impianto irrigazione balcone
Impianto di irrigazione da balcone

Impianto di irrigazione da balcone: come realizzarlo

Gli impianti di irrigazione per il balcone di casa sono di due tipi: a spruzzo e a goccia. Quest’ultimo è il migliore perché consente di innaffiare le piante in modo graduale e costante, versando l’acqua direttamente sul terriccio e regolando la durata dell’irrigazione a seconda delle esigenze della pianta e del clima. Negli impianti a spruzzo, invece, l’acqua esce da piccoli fori con getti intensi distribuiti a tutta la pianta, in questo modo però si verificano degli sprechi e si consuma più acqua, che finisce anche fuori dai vasi.

Per realizzare il vostro impianto di irrigazione da balcone, preferite dunque il sistema a gocciolamento. Potete trovare degli impianti già pronti dei negozi di articoli per il fai da te, che dovrete solo adattare agli spazi e alle dimensioni del vostro balcone, oppure potete crearne uno tutto vostro.

Come procedere

Prima di iniziare il vostro lavoro valutate bene gli spazi del vostro balcone, prendete le misure, il numero di vasi presenti e la tipologia di piante, alcune infatti hanno più bisogno di acqua di altre. Quindi procuratevi tutto l’occorrente per realizzare l’impianto: tubo di irrigazione, di diametro di circa 16-20 mm, gocciolatori o ale gocciolanti (tubi con gocciolatori già preinstallati), un punzone da tubo, raccordi a innesto, valvole per le linee di irrigazione, microtubo da 4mm di diametro, raccordi per il microtubo, centralina timer o programmatore per irrigazione, forbici da lavoro, guanti.

Iniziate tagliando il tubo principale di irrigazione a seconda della lunghezza di cui avete bisogno, collegate il tubo alla centralina timer che a sua volta avrete collegato al rubinetto dell’acqua (solitamente sui grandi balconi è presente un rubinetto). Create le deviazioni dal tubo principale a seconda dei vasi e delle zone da irrigare. In corrispondenza della deviazione forate il tubo con il punzone, quindi inserite i raccordi a innesto. Collegate alla parte inferiore del raccordo il microtubo già tagliato, a seconda della lunghezza necessaria. Quindi inserite all’estremità opposta del microtubo il gocciolatore e posizionatelo nel vaso della pianta.

Questa operazione va ripetuta più volte a seconda del numero dei vasi e dei gocciolatori di cui c’è bisogno. In un vaso potrebbero essere collocati più microtubi e più gocciolatori, se si tratta di piante che hanno bisogno di molta acqua. L’estremità del tubo principale va chiusa con un raccordo a tappo. Avete così il vostro impianto di irrigazione da balcone.

LEGGI ANCHE: GIARDINO VERTICALE IN CASA E ALL’APERTO: COME REALIZZARLO

impianto irrigazione balcone
Come realizzare un impianto di irrigazione da balcone