Come scegliere e organizzare una libreria in casa

libreria come scegliere tipo
Libreria, come scegliere il tipo

Sia che siate divoratori di libri sia che siate lettori occasionali, una libreria in casa non può mancare: fa parte dell’arredamento. Ecco quindi i consigli per organizzare e per scegliere la libreria o le librerie in casa.

La libreria in una casa è una finestra sul mondo: i libri sono compagni di avventura, sogni, riflessioni, divertimento. Anche se non abbiamo il tempo di leggerli il solo vederli ci rende felici. Almeno per me è così.

La libreria, inoltre, non deve accogliere solo i libri: va benissimo anche per oggetti, piante, vasi, foto, ricordi, ecc.

Libreria in casa: come scegliere quella giusta

Libreria a parete sospesa
Libreria a parete sospesa

Il primo passo da fare è scegliere dove posizionare la libreria. Se si ha una grande stanza si può decidere di dedicare un’intera parete. Se invece la dimensione della stanza è limitata è consigliabile sfruttarla come soluzione salvaspazio e posizionarla in un angolo del salone, usarla come divisorio, collorarla in un sottoscala, ecc.

Il secondo passo è decidere la grandezza: quanti libri ci vanno e quanti ne prevedete di aggiungere?

Segue la tipologia e il materiale, che dovranno tener conto dello stile dell’arredamento già presente in casa.

LEGGI ANCHE: COME APPENDERE I QUADRI: I TRUCCHI PER DISPORLI IN CASA

Libreria in casa: quali tipologie e in che materiale?

Libreria a parete sospesa
Libreria a parete sospesa

Le principali tipologie sono:

  • a parete: ossia accostate al muro, con o senza schiena
  • a colonna: possono essere a sviluppo verticale o orizzontale e occupano relativamente poco spazio (profondità media, 30 cm)
  • angolare: permettono di sfruttare un angolo e quindi tutto lo spazio di un ambiente
  • componibili o a moduli: completamente personalizzabili
  • di design: che danno priorità all’estetica rispetto alla funzionalità (le più belle sono quelle ispirate alla natura o con forme geometriche)

In merito ai materiali invece abbiamo:

  • il legno
  • il metallo
  • il vetro temperato
  • il ferro
  • il plexiglass

Naturalmente tutte le diverse tipologie di libreria si possono personalizzare con vani chiusi, cassetti, ante a vetro: tutte soluzioni pratiche per assicurare più ordine.

In alternativa, anziché comprare una libreria, si può decidere di costruirla: il cartongesso è il materiale più adatto ed immediato. Può anche rispondere alla necessità di suddividere gli ambienti: in questo caso può essere chiusa o bifacciale.

Per costruirla su misura è necessario disegnare il modello e prevedere spessori sufficienti per sostenere il peso dei libri. Normalmente si fanno ripiani in cartongesso dello spessore di 8 cm , profondi 40, con altezze diverse a seconda della grandezza dei libri (la misura media è comunque di 35 cm).

Un consiglio: sempre meglio ancorare le librerie a parete, per evitare ogni possibile rischio di ribaltamento.

Infine, per godersi al meglio la lettura, si può prevedere un angolo dedicato: una poltrona vicino la libreria, dove di giorno arriva la luce naturale e dove, per la sera, sia presente una lampada che illumini dall’alto il libro (a braccio, da terra o da tavolo).

Libreria con angolo lettura
Libreria con angolo lettura