Cacciavite cercafase: cos’è e come si usa

cacciavite cercafase
Cacciavite cercafase: cos'è e come si usa

Che cos’è il cacciavite cercafase e come si usa. le informazioni utili da conoscere.

Forse non tutti conoscono il cacciavite cercafase o semplicemente cercafase. Non si tratta, infatti, di un vero e proprio cacciavite, perché la sua funzione non è quella di avvitare o svitare, ma ha una forma molto simile, da qui il nome. Il cercafase serve per individuare la corrente elettrica, la fase, in una presa elettrica o in un cavo.

È uno strumento molto utile quando abbiamo bisogno di fare delle verifiche al nostro impianto elettrico, soprattutto quando è un impianto vecchio. Scopriamo come è fatto il cercafase e come si usa.

LEGGI ANCHE: ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI CATARIFRANGENTI PER LA BICICLETTA

cacciavite cercafase
Cacciavite cercafase: cos’è e come si usa

Cacciavite cercafase: cos’è e come si usa

Sembra un comune cacciavite ma è diverso e serve ad altro. Il cacciavite cercafase è uno strumento elettrico che serve per trovare il cavo di fase, quello che permette il passaggio di corrente elettrica, oppure per verificare in quale conduttore o in quale foro di presa elettrica è presente la fase.

Il cercafase ha una punta in metallo, come quella del cacciavite, che fa da conduttore, e una impugnatura in plastica trasparente, sempre come quella di un cacciavite, all’interno della quale è presente una piccola lampadina e una resistenza. All’estremità esterna dell’impugnatura in plastica si trova un cerchietto o una rondella in metallo da premere con il dito quando si effettua il test per cercare la fase.

La punta del cercafase va messa in contatto con la punta del cavo oppure viene inserita nella presa. Se la corrente elettrica è presente nel cavo o nella presa si accende la lampadina all’interno dell’impugnatura del cercafase. Tenendo il dito sulla rondella in metallo dell’impugnatura, praticamente il nostro corpo fa da conduttore scaricando la corrente elettrica a terra, ma niente paura la corrente che passa attraverso il circuito del cercafase è bassissima e non ci sono pericoli.

Il cercafase serve per verificare la presenza della tensione elettrica in un cavo o in una presa, specialmente quando si cerca un guasto o si vuole intervenire nell’impianto elettrico. Negli impianti domestici sono presenti solitamente due cavi: uno di fase, quello dove passa la corrente, e uno di neutro. Quando l’impianto elettrico è stato realizzato in modo corretto, il cavo di fase è già distinguibile da quello di neutro per il diverso colore della plastica che riveste i cavi: il cavo di neutro è blu o azzurro mentre il cavo di fase è nero o marrone.

Il cercafase può essere utile per impianti elettrici vecchi, in cui non è presente questa distinzione. Per verifiche più precise si può ricorrere anche a un tester digitale. In ogni caso, per interventi complessi rivolgetevi sempre a un elettricista professionista.

LEGGI ANCHE: ADDOLCITORE D’ACQUA, COS’È E COME FUNZIONA

cacciavite cercafase
Cacciavite cercafase: cos’è e come si usa