Giardino verticale in casa e all’aperto: come realizzarlo

giardino verticale come realizzarlo
Giardino verticale in casa e all'aperto: come realizzarlo

Giardino verticale in casa e all’aperto: come realizzarlo e perché. I suggerimenti utili.

Avere un giardino è un piccolo grande privilegio che dà un tocco di eleganza alla casa e dona serenità a chi la abita. Spesso si sente dire dalle persone che vorrebbero avere un giardino ma non possono permetterselo. Non tutti infatti dispongono di uno spazio all’aperto e nemmeno di un balcone. Capita, poi, che gli appartamenti nelle città siano talmente piccoli che a malapena c’è il posto per il vaso di una pianta.

Come fare in questi casi? Rinunciare al giardino? No, la soluzione è realizzarne uno verticale, da appoggiare a una parete. Può essere sia interno, su una parete di una stanza della casa, sia esterno, sul balcone. Di seguito qualche consiglio utile su come realizzarlo. Ecco cosa bisogna sapere.

LEGGI ANCHE: COME CURARE LA KENZIA, UNA DELLE PIANTE DA APPARTAMENTO PIÙ DIFFUSE

giardino verticale come realizzarlo
Giardino verticale in casa e all’aperto: come realizzarlo

Giardino verticale in casa e all’aperto: come realizzarlo

Avere un giardino non è più un lusso per pochi. Per chi ha spazio esterno o una grande terrazza. Anche in un appartamento piccolo possiamo avere il nostro angolo verde, grazie al giardino verticale.

Il giardino verticale non è che una parete o un supporto da parete dove vengono inserte le piante. Può essere installato da professionisti, per strutture più complesse, oppure anche con il fai da te quando si tratta di lavori più semplici e di facile realizzazione.

Anche con pochi elementi e in spazi ridotti si possono creare dei giardini verticali molto belli, in grado di trasformare l’aspetto della casa.

La prima cosa da fare è individuare lo spazio dove vogliamo realizzare il nostro giardino verticale e controllare che sia adatto alle piante e ai fiori che vogliamo installare. Dobbiamo ricordarci, infatti, che alcune piante hanno bisogno di molta luce, mentre altre non ne vogliono affatto. Quindi farà la differenza se lo spazio è vicino a una finestra e quanta luce naturale illumina solitamente quello spazio.

Nel giardino verticale, poi, vanno installate piante che non hanno radici troppo grandi e non crescono troppo, perché con il passare del tempo rischiano di uscire dalla loro sede o avvizzirsi perché non riescono a crescere. I vivaisti professionisti sapranno darvi il consiglio migliore.

Si può creare un giardino verticale di due tipi: uno tradizionale, con vasi e vani da riempire con il terriccio dove saranno collocate le piante, e uno idroponico, con le piante collocate direttamente in una soluzione di acqua e sostanze nutritive. Esistono anche giardini idroponici a goccia, con il sistema di irrigazione situato nella parte alta del pannello di supporto. Mentre le piante del giardino tradizionale con terriccio saranno innaffiate con l’acqua contenuta in uno spruzzino. Per evitare i bagnare tutta la casa.

Per realizzare un giardino verticale esistono diversi tipi di supporti: griglie dove appendere i vasi oppure pannelli con apposite tasche per le piante. L’importante è utilizzare materiali adatti, idonei ad evitare perdite d’acqua e a contenere l’umidità per non bagnare le pareti di casa dove poggiano i giardini verticali.

Per realizzare il giardino verticale sul balcone, si può utilizzare anche il pallet, che vi abbiamo già suggerito per la creazione di tavoli. In questo caso i pallet potranno essere usati sia come supporto per i vasi delle piante sia per la creazione di vasi in legno, adattando la forma dei bancali.

Nella cucina di casa potete realizzare un giardino verticale con piante aromatiche ed erbe officinali. Nel salotto potete invece potete usare felci, ficus, festuca, edera, tillandsia e gerani.

LEGGI ANCHE: RINVASO DELLE PIANTE, COME FARLO A REGOLA D’ARTE

giardino verticale come realizzarlo
Giardino verticale in casa e all’aperto