Zucche ornamentali: rischio intossicazione e come evitarla

evitare intossicazione da zucca

Le zucche ornamentali sono bellissime però c’è il rischio che alcuni provochino gravi intossicazioni.

Sappiamo tutti che l’Autunno è la stagione delle castagne e della zucca, simbolo di Halloween.

Bellissime, coloratissime e molto ornamentali, ma l’aspetto può trarvi in inganno. 

Tuttavia è necessario tenere presente che non tutte le zucche sono commestibili, possono causare intossicazioni.


LEGGI ANCHE: Merenda sana: la ricetta per un budino proteico e super healthy


Il centro antiveleno francese, come riporta l’ ANSES, l’agenzia francese per la salute e la sicurezza alimentare, ambientale e professionale, ha registrato moltissimi casi di intossicazione a causa della confusione generata tra piante commestibili e non commestibili, l’intossicazione da zucca è al terzo posto.

Scopriamo insieme quali zucche sono commestibili e quali no e perché.

Zucche commestibili e non, ecco perché

evitare avvelenamento da zucca

 

Alcune cucurbitaceae risultano tossiche perché contengono delle sostanze chiamate glucosidi triterpenici tretraciclici che sono molto irritanti e amari. Queste sostanze vengono prodotte dalle cucurbitaceae selvatiche. Sostanzialmente sono una forma di repellente per gli insetti predatori che come i bruchi non vengono distrutti dopo la cottura dell’alimento.

Le famose zucche ornamentali presentano queste sostanze in alta qualità e le troviamo in commercio facilmente, quando invece dovrebbero essere impiegate solo per scopo decorativo.


LEGGI ANCHE: I mille benefici del rosmarino: quali sono e come assumerlo


Bisogna stare molto attenti anche alle zucche del proprio orto o giardino poiché alcune sono inadatte al consumo a causa di ibridazioni selvatiche. Infatti coesistono zucche commestibili e non commestibili, nei propri orti. La difficoltà vera e propria, è che i due tipi di zucca si somigliano tanto, e si possono distinguere solo perché la zucca ibridata ha un sapore molto amaro o neutro, ma sono comunque tossiche.

I sintomi dell’intossicazione

Quando si ingeriscono queste zucche ornamentali si possono manifestare dei gravi sintomi  di intossicazione. Tra questi :

  • il dolore digestivo
  • nausea
  • vomito
  • diarrea a volte sanguinosa con grave disidratazione da richiedere il ricovero in ospedale.

Pertanto, se avete anche solo il minimo dubbio di aver ingerito una zucca ornamentale vi consigliamo di rivolgervi al medico o andare in pronto soccorso.

I consigli che vi diamo per evitare l’avvelenamento sono i seguenti. Innazitutto, dovete prestare attenzione ai cartelli sugli scaffali se siete al supermercato durante la fase di acquisto. Di solito viene evidenziato che le zucche esposte sono a scopo ornamentale e non sono commestibili, nel caso in cui fosse poco chiaro rivolgetevi al personale.

Se avete già acquistato la zucca e siete in dubbio, basta assaggiare un piccolo pezzo della polpa cruda e se il sapore risulta amaro, sputatela immediatamente ed evitate di mangiarla.

intossicazione da zucca

 

Per quanto riguarda le zucche selvatiche, quindi cresciute spontaneamente, non raccogliere i semi provenienti da raccolti, ma comprate i semi nuovi ogni volta che decidete di seminarli.

Seguendo questi accorgimenti sarete fuori pericolo.

Seguiteci per altri consigli.