Decluttering: che cos’è e perché si fa

decluttering
Scopri che cos'è il decluttering e come può migliorarti la vita

Il decluttering consiste nell’eliminazione degli oggetti superflui. Scopriamo insieme perché questa pratica può aprirti a nuove possibilità.

Quando trovare qualcosa nell’armadio diventa una missione impossibile, è arrivato il momento per voi di iniziare a fare decluttering: ovvero liberarsi dagli oggetti superflui.

Letteralmente la parola decluttering significa eliminare ciò che ingombra.

Questa non è solo una pratica, nei Paesi anglosassoni è diventata una vera e propria filosofia di vita: si seleziona ciò che serve e si elimina ciò che non serve più.  A livello interiore, sembra che questa pratica abbia una funzione di liberazione dal passato, aprendo la nostra mente al futuro e alle nuove possibilità.

Vi diamo alcuni consigli per mettere in pratica quanto detto.

Decluttering: consigli pratici

 

Innazitutto, è necessario partire dallo space cleaning, ovvero da come riorganizzare gli spazi. Parallelamente questo è un modo per fare spazio nella propria vita.

Prima di tutto:

  1. Cominciate con fare una classifica delle stanze o degli spazi disordinati procedendo con il mettere in ordine e ponendo l’attenzione su una zona per volta.
  2. Scansionate gli oggetti  riflettendo su quante volte li avete utilizzati negli ultimi 12 mesi: e rendetevi conto che se non li avete mai usati, dovete liberarvene.
  3. Selezionate gli oggetti anche in base a criteri ecosostenibili.
  4. Separateli quindi in base alla spazzatura differenziata, e salvate ciò che potete salvare, cedendolo o barattandolo.

Se fate un po’ fatica, potete conservarli in uno scatolone e poi darli via in un non troppo lontano futuro.

Decluttering: procedimento

decluttering procedimento

Gli esperti consigliano alcuni suggerimenti validi per ogni circostanza, ad esempio, al fine di attuare questa pratica dovrete iniziare prendendovi 5 minuti al giorno.

Poi continuante gettando un oggetto al giorno, usate un sacco della spazzatura: la velocità con cui si riempirà di oggettivi che non pensavate potevate buttare sarà impressionate.

Fate un elenco delle zone e stanza da pulire, dalla più semplice a quella che invece è più piena di oggetti.

Cercate di seguire lo schema 12-12-12 ovvero una lista delle 12 cose da buttare, 12 cose da donare, 12 da restituire ai proprietari: riordinare sarà facile.

La vostra casa verrà vista sotto una luce diversa. potete fare delle foto per immortalare il momento e vederne la differenza.

Usate la tecnica dell 4 scatole, ovvero per riordinare una stanza fate 4 scatole:

  • 1 da buttare,
  • 1 da donare,
  • 1 da tenere
  • 1 da riutilizzare.

Infine, fate una cernita degli oggetti datati, suddividendoli per anno, poi conservate gli oggetti dei bambini ed elaborate un metodo di archiviazione funzionale.

In un articolo precedente vi avevamo parlato di come affrontare il cambio dell’armadio stagionale.


LEGGI ANCHE: 5 consigli per il tuo cambio di stagione degli armadi


Il decluttering può essere applicato agli armadi, considerate zone “calde”, l’amardio infatti è il primo “luogo” in cui si può fare una cernita su cosa buttare e cosa tenere.

Applicate anche la regola delle 4 scatole:

  • 1 Da tenere, 
  • 1 da archiviare,
  • 1 da donare,
  • 1 da buttare.

 

decluttering

Poi riordinate tutto, mettendo gli abiti simili l’uno vicino all’altro, dopo aver terminato la selezione degli abiti che non usate: gettateli o dateli in beneficienza.

Seguiteci per altri consigli e suggerimenit.