Come curare la Kenzia, una delle piante da appartamento più diffuse

Come curare la Kenzia
Come curare la Kenzia: dalla coltivazione all'innaffiatura

La Kenzia è sicuramente, tra le piante d’appartamento, una delle più belle. Arriva dall’Australia ed è ideale per gli ambienti interni caldi in inverno e, in estate, al riparo dai raggi del sole. Ecco come curare la kenzia.

Anche se si tratta di una pianta piuttosto semplice da curare, per tenerla bene in salute è necessario prestarle le giuste attenzioni. È bene, dunque, conoscere tutte le cure di cui ha bisogno, dal numero di innaffiature alla coltivazione.

Sicuramente è tra le piante più diffuse negli appartamenti non solo per il suo aspetto gradevole ma anche per la particolare facilità che richiede nelle cure.

Come curare la Kenzia, una delle piante da appartamento più diffuse
Come curare la Kenzia, una delle piante da appartamento più diffuse

Come curare la kenzia: quante volte innaffiarla

Al di là del periodo dell’anno, la Kenzia necessita di molta acqua. In particolare, la quantità dipende:

  • dall’esposizione al sole;
  • dal terreno e dalla quantità di umidità;

Per assicurare alla pianta un terreno sempre umido, comunque, va innaffiato almeno 2 volte a settimana, durante i mesi caldi. Nei mesi freddi, invece, le irrigazioni vanno ridotte a 1 volta, massimo 2, a settimana.

Fate attenzione a non creare alcun tipi di ristagno nel sottovaso e neppure alla base del vaso.

A tal proposito, quando le fogli appaiono con le punte secche e marroni ciò significa che l’apporto di acqua è errato. L’unico rimedio in questo caso e di asportare le foglie.

Se, invece, le macchie riguardano la parte esterna, queste sono dovute alle correnti d’aria. L’unico rimedio anche in questo caso è asportare le foglie e cambiare posizione alla pianta.

Leggi anche: FIORI RECISI COME FARLI DURARE PIU’ A LUNGO

Come coltivare la kenzia

Il nemico numero uno della Kenzia è sicuramente il sole tant’è che ideali sono zone in penombra, dove i raggi del sole non battono direttamente.

Anche gli ambienti secchi e con forti correnti d’aria sono mal sopportati da questa pianta che, peraltro, richiede che le foglie siano pulite dalla polvere. A tal proposito, utilizzate un panno in microfibra e inumiditelo con l’acqua e rimuovetela.

Rimedi per i parassiti

Il secondo nemico sono i parassiti, in particolare, la cocciniglia bruna.

Questa si manifesta con delle macchioline scure sul lato interno delle foglie. Le macchie possono essere facilmente rimosse con dell’acqua e del sapone neutro, strofinando ed esercitando una leggerissima pressione sulle foglie colpite dalla cocciniglia.

Leggi anche: COME POTARE LE ROSE: I CONSIGLI PER L’ARRIVO DELLA PRIMAVERA

Ciò detto, se avete una kenzia nel vostro appartamento non vi resta che attuare questi pochi e semplici consigli per garantire alla vostra pianta buona salute.

Come curare kenzia
Come curare kenzia