I medicinali da tenere in casa: come organizzare l’armadietto

medicinali casa armadietto
I medicinali da tenere in casa: come organizzare l'armadietto

I medicinali da tenere in casa: come organizzare l’armadietto al meglio. I consigli pratici.

Anche voi siete abituati a tenere le vostre medicine nel bagno di casa? Bene, sappiate che è il posto sbagliato. Perché l’umidità e il calore del bagno può rovinare i medicinali o velocizzare il loro deterioramento.

Se poi li tenete in cucina, è ancora peggio. I vapori e il gran caldo che c’è in questa stanza della casa, con forno e fuochi sempre accesi, rendono l’ambiente assolutamente inadatto per la conservazione dei farmaci.

Le medicine vanno tenute in un luogo asciutto, con temperatura ambiente costante e normalmente non superiore ai 25° C, salvo quelle medicine che vanno conservate in frigorifero, e al riparo dalla luce. Tutte condizioni che non sono presenti in cucina o in bagno.

Il modo migliore di tenere i farmaci in casa è quello di conservarli all’interno di un armadietto, posto in un ambiente come quello che vi abbiamo descritto sopra. Di seguito i consigli in dettaglio

medicinali casa armadietto
I medicinali da tenere in casa: come organizzare l’armadietto

I medicinali da tenere in casa: come organizzare l’armadietto

Il modo migliore per conservare i medicinali in casa è quello di riporli in un armadietto o mobiletto da tenere in una stanza asciutta e non troppo calda. Niente bagno né cucina dunque, ricordando anche di tenerli lontano dalla portata dei bambini.

In ogni casa normalmente c’è un piccolo mobile pensile dove vengono tenute le medicine e di solito anche un kit da pronto soccorso per i viaggi.

Per conservare i medicinali nel modo ideale, è consigliabile tenere l’armadietto dei farmaci nel ripostiglio di casa o in camera da letto.

LEGGI ANCHE: COME FARE IL DISINFETTANTE IN CASA: SOLUZIONI PRATICHE ED EFFICACI

Come riporre i farmaci nell’armadietto

All’interno dell’armadietto è bene organizzare la disposizione dei farmaci in modo razionale, per evitare il caos, non ritrovare più le medicine e soprattutto per evitare il rischio molto pericoloso di confonderle.

Per prima cosa, tenete separate le medicine degli adulti da quelle dei bambini. Basterà sistemarle su ripiani diversi.

Evitate anche di riempirlo troppo di medicine. Acquistate solo i farmaci che vi servono, anche per non doverli buttare quando scadono. Controllate sempre nel vostro armadietto se avete già il medicinale di cui avete bisogno.

Fondamentale è tenere le medicine all’interno della loro confezione originale integra, con data di scadenza e foglietto illustrativo. Perché altrimenti potreste non ricordare più di che farmaci si tratta, quando e come vanno usati e soprattutto quando scadono. Può essere utile scrivere sopra la confezione la prescrizione del vostro medico: le dosi giornaliere e i tempi di assunzione.

Controllate regolarmente la data di scadenza dei vostri medicinali. Quando sono scaduti non gettateli nei rifiuti indifferenziati ma negli appositi contenitori per la raccolta dei farmaci scaduti che trovate di solito in farmacia. Le scatole di cartone delle confezioni possono gettate nella raccolta della carta. Se invece avete dei farmaci non scaduti e ancora buoni ma che non utilizzate più, potete donarli alle associazioni di volontariato che raccolgono i farmaci ancora utilizzabili per destinarli alle persone bisognose. Dovrete però averli conservati in condizioni ottimali.

I farmaci come i colliri, non monodose, si deteriorano in poco tempo e una volta aperti vanno utilizzati entro 15 o 20 giorni e vanno conservati in frigorifero. Controllate l’etichetta. Altre soluzioni liquidi come gli sciroppi o le gocce orali, invece, durano fino a circa sei mesi dall’apertura. In caso di dubbi, annotatevi sulla confezione la data in cui li avete aperti.

I farmaci di base e presidi medici di primo soccorso che non devono mancare mai dal vostro armadietto:

  • disinfettante
  • cerotti
  • bende
  • termometro
  • antisettico
  • ibuprofene o paracetamolo per i dolori
  • aspirina o tachipirina contro la febbre
  • farmaco antiacido o per i dolori di stomaco
  • pomata contro arrossamenti o punture di insetti

In generale, tuttavia, a parte i piccoli disturbi evitate l’automedicazione e consultate sempre il medico per disturbi persistenti. Mai tenere gli antibiotici in casa, questi vanno usati solo su prescrizione medica e se avanzati vanno gettati.

LEGGI ANCHE: COME TOGLIERE GLI ODORI DALLE SCARPE IN POCHE MOSSE

medicinali casa armadietto
I medicinali da tenere in casa: come organizzare l’armadietto