Come lucidare gli oggetti in argento: ecco i migliori metodi casalinghi

Come lucidare gli oggetti in argento diventati opachi? Ecco alcuni metodi casalighi per restituire il bagliore al vostro argento.

L’argenteria, i gioielli in argento e, in generale, tutti gli oggetti di questo metallo, con il tempo tendono a diventare opachi e a macchiarsi. Questo metallo, infatti, ha la tendenza a creare una patina opaca sulla sua superficie che, con il tempo, si annerisce.

Questo processo è causato dall’ossidazione del metallo che, a contatto con l’ossigeno presente nell’aria, tende a scurirsi. Ecco pochi e semplici metodi casalinghi per lucidare gli oggetti in argento e restituire loro l’antico splendore.

Scopriamoli!

Come lucidare l’argento: ecco alcuni semplici metodi casalinghi

Gli oggetti in argento divenuti opachi possono essere puliti con degli appositi agenti chimici che, tuttavia, sono dannosi per l’ambiente e dispendiosi per le nostre tasche. Ecco allora pochi e semplici metodi casalinghi per ottenere un argento splendente.

Lucidare l’argento con il succo di limone

L’argento può essere lucidato con del succo di limone: le sostanze contenute all’interno di questo prezioso agrume, infatti, renderà la vostra argenteria più brillante che mai. Basterà tagliare un limone a metà e ricavarne il succo. 

Il succo di metà limone andrà poi versato su di un panno pulito e morbido: con la parte umida si andranno a strofinare gli oggetti in argento, si lascerà agire per qualche minuto e, infine, si asciugherà.

Il dentifricio

Il comune dentifricio, oggetto fondamentale per la quotidiana igiene personale, è anche un potente sgrassante: potrà, infatti, essere utilizzato efficacemente anche nella pulizia dell’argento.

Basterà spalmare una piccola quantità di dentifricio a pasta bianca sulle parti ossidate, lasciare agire qualche minuto e pulire con un panno morbido e asciutto. Il risultato sarà un argento meravigliosamente brillante, come nuovo!

Il sale grosso

L’ultimo metodo casalingo per lucidare gli oggetti in argento è proprio il sale grosso, un indispensabile aiutante in cucina e non solo. Per pulire l’argento con il sale grosso basterà prendere un contenitore abbastanza capiente, ricoprire l’interno del contenitore con la carta stagnola e versare dell’acqua calda mescolata a un pugno molto abbondante di sale grosso.

Successivamente bisognerà immergere l’oggetto da smacchiare e lasciare agire il composto. Quando l’argento vi sembrerà sufficientemente lucido si potrà recuperare e asciugare con un panno morbido e asciutto.