Horatio Nelson – Attenti a quel Rum!

Horatio Nelson, famoso ammiraglio della marina inglese ed eroe di Trafalgar, fu protagonista, da morto, di una sorte veramente bizzarra.

Nelson ritratto da Lemuel Abbott
Nelson ritratto da Lemuel Abbott

Il Rum nella Royal Navy

L’introduzione del rum come bevanda per i marinai nella Royal Navy, la Marina militare britannica, ha inizio quando la flotta inglese invase la Giamaica. Grazie alle grandi quantità disponibili il rum sostituì il brandy francese nella razione quotidiana destinata ai marinai. La Marina Reale continuò a somministrare ai suoi uomini la loro dose giornaliera, conosciuta come un “tot“, finché la pratica
venne abolita il 31 luglio del 1970. Il rum, liscio o tagliato con l’acqua e lo zucchero (grog), piaceva molto ai marinai di Sua Maestà. Tuttavia che si scolassero tutte le botti che si trovavano a bordo delle loro navi poteva divenire un fatto increscioso.

Nelson prima della battaglia di Trafalgar in un dipinto del 1854 di George Lucy Good.
Nelson prima della battaglia di Trafalgar in un dipinto del 1854 di George Lucy Good.

La battaglia di Trafalgar

Il 21 ottobre 1805 l’ammiraglio francese Pierre Charles Silvestre de Villeneuve, ricongiuntosi con le forze navali spagnole del Gravina, si portò al largo di Capo Trafalgar dove la flotta britannica era pronta alla battaglia. Anche se in forze minori, Nelson inflisse una decisiva sconfitta alla flotta nemica nella “battaglia di Trafalgar“. Questo evento bellico permise all’Inghilterra di rafforzare la propria supremazia navale su quella francese che da quel momento non ebbe più alcun peso nello scacchiere operativo navale.

Il famoso dipinto di William Turner
Il famoso dipinto di William Turner, in cui l’artista rappresenta la Victory, dove sulla sommità dell’albero maestro era issato il famoso messaggio: England expects that every man will do his duty

La morte di Nelson

Il giorno in cui si svolse la battaglia navale di Trafalgar, Horatio Nelson fece innalzare sull’albero maestro della sua nave ammiraglia, la Victory, il segnale d’incitamento rivolto a tutta la sua flotta: England expects that every man will do his duty (“L’Inghilterra si aspetta che ogni uomo compia il proprio dovere”). Tuttavia Nelson non poté godere degli allori della vittoria poiché fu colpito a morte da un tiratore francese che sparò dall’albero maestro della nave Redoutable.

Lord Nelson ferito a morte e sorretto dal cappellano Alexander Scott insieme con i medici Neil Smith e William Beatty durante la battaglia di Trafalgar
Lord Nelson ferito a morte e sorretto dal cappellano Alexander Scott insieme con i medici Neil Smith e William Beatty durante la battaglia di Trafalgar

Il cadavere nel Rum

Il cadavere dell’ammiraglio, come confermano i documenti degli archivi britannici, venne conservato in una botte di rum fino al rientro in Inghilterra, dove ricevette i funerali di Stato. Quanto questa fu aperta però, il liquore era sparito! Erano stati infatti praticati dei fori nella botte di rum dai quali, i marinai, avevano bevuto la deliziosa bevanda, probabilmente mischiata al sangue dell’ammiraglio. Da quel momento uno dei soprannomi del rum fu “sangue di Nelson“!

Forse potrebbe interessarti anche: Isaac Newton – l’ultimo Mago

Fonte Wikipedia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: