Magellano e la circumnavigazione del globo

Magellano intraprese, pur senza portarla a termine, quella che sarebbe diventata la prima circumnavigazione del globo al servizio della corona spagnola di Carlo V. Fu infatti il primo a raggiungere, partendo dall’Europa verso ovest, le Indie. Fu il primo europeo a navigare nell’oceano Pacifico. La storia del suo viaggio è pervenuta tramite gli appunti di un suo uomo d’arme, il vicentino Antonio Pigafetta, che si adoperò per il resto della sua vita a mantenere viva la memoria di Magellano e della sua impresa storica.

Magellano in un ritratto postumo (anonimo del XVI o XVII secolo)
Magellano in un ritratto postumo (anonimo del XVI o XVII secolo)

La vita

All’età di dieci anni rimase orfano di entrambi i genitori e due anni più tardi, seguendo il fratello, entrò come paggio alla corte di Lisbona di re Giovanni II. Qui godette della generosa educazione spettante ai giovani nobili dell’epoca e nel 1505, a 25 anni, fu inviato in India. Dal 1506 partecipò a una spedizione nelle Molucche, allora chiamate Isole delle Spezie. Nel corso di questa spedizione si guadagnò nel 1510 la promozione a capitano che gli fu però presto revocata per essersi allontanato con la sua nave dalla flotta per cercare nuove terre più a est. Sotto il comando di Alfonso de Albuquerque partecipò alla conquista dello strategico porto di Malacca nell’odierna Malesia.

Posizione delle Molucche rispetto all'Indonesia
Posizione delle Molucche rispetto all’Indonesia

Licenziamento

Tornato in patria, partecipò nel 1513 a una spedizione in Marocco, riportando una grave ferita a un ginocchio. Venne successivamente accusato di aver intrattenuto commerci con i musulmani e per questo il 15 maggio 1514 venne licenziato con disonore dal servizio per la Corona portoghese.

Lo stretto di Magellano
Lo stretto di Magellano

La spedizione

Ancora in Portogallo, Magellano entrò in possesso di una carta geografica che ipotizzava un passaggio verso l’Oceano Pacifico poco più a sud del Río de la Plata. Si convinse di poter in questo modo trovare una via per l’Asia più breve di quella intorno all’Africa. Questo avrebbe permesso di scoprire un passaggio a sud-ovest di collegamento dell’Atlantico con il Pacifico. Di tale passaggio, ritenuto geograficamente probabile ma del quale nessuno aveva notizia attendibile, favoleggiavano da tempo i cartografi.

La circumnavigazione

La circumnavigazione

Un viaggio importante antiportoghese

In Spagna, lo scopo della spedizione assunse una valenza strategica in funzione anti-portoghese: si sarebbe infatti trattato di cercare una nuova via marittima per le Isole delle Spezie, nell’arcipelago Indonesiano delle Molucche, evitando l’aggiramento dell’Africa, i cui porti occidentali e meridionali erano tutti in mano al Portogallo. Si sarebbe dovuto anche provare che le Molucche si trovavano effettivamente a ovest dell’antimeridiano della linea di demarcazione che, secondo i trattati, divideva le zone di influenza e possesso coloniale tra spagnoli e portoghesi. Non meno importante sarebbe stata l’eventuale scoperta di nuove terre da annettere al già immenso impero del re di Spagna.

Isole Molucche
Isole Molucche

Partenza

La flotta di cinque navi e 237 uomini salpò il 20 settembre 1519 da Sanlúcar de Barrameda in Spagna. Il 28 novembre 1520, rimasto con tre sole navi dopo il naufragio di una e la diserzione dell’equipaggio della seconda, attraversò lo stretto, che da lui prese il nome, nell’attuale Cile(utilizzato poi da Francis Drake). Si inoltrò quindi in un grande oceano sconosciuto agli occidentali che, per l’assenza delle tempeste, Magellano battezzò Pacifico. Nel marzo del 1521 raggiunse le Isole Marianne e poi le Filippine, chiamate Isole di San Lazzaro, dove morì per mano degli indigeni.

La Victoria, replica della prima nave di Magellano.
La Victoria, replica della prima nave di Magellano.

Morte

Nella sua cronaca della spedizione, Pigafetta racconta come nelle isole Filippine Magellano fosse riuscito a convertire il re dell’isola di CebuRagià Humabon, sua moglie la regina e ottocento dei suoi sudditi divennero Cristiani e riconobbero Carlo V di Spagna come nuova autorità. A quella notizia scoppiò una rivolta sulla vicina isola di Mactan, allora governata da due capi locali, Lapu-Lapu e Zula. Magellano decise di usare la forza per sedare la ribellione di Mactan. Per mostrare al re di Cebu la forza della Spagna, organizzò un’azione punitiva. Quando sbarcò la mattina del 27 aprile 1521 a Mactan, venne però ucciso insieme con alcuni dei suoi uomini dagli abitanti dell’isola capitanati da Lapu-Lapu. Il corpo di Magellano non fu mai restituito e non se ne conosce la sorte. Un cenotafio a memoria del navigatore è posto vicino alla spiaggia di Mactan, dove si presume che il portoghese sia stato ucciso.

Statua di Lapu Lapu sull'isola Cebu, nelle filippine
Statua di Lapu Lapu sull’isola Cebu, nelle filippine

Il rientro in Spagna

Dopo la morte di Magellano, quello che rimaneva della flotta lasciò Mactan e Cebu e fece rotta verso la Spagna: il viaggio si concluse il 6 settembre 1522, quando la Victoria, sola nave superstite, al comando di Juan Sebastián Elcano, rientrò al porto di partenza dopo aver completato la prima circumnavigazione del globo in 2 anni, 11 mesi e 17 giorni. A bordo della piccola nave che stazzava solo 85 tonnellate, che imbarcava acqua e aveva una velatura di fortuna, dei 237 partiti vi erano soltanto 18 uomini malmessi, ammalati e denutriti, tra marinai e soldati. Tra essi due italiani, Antonio Lombardo, detto il Pigafetta, colui che scriverà la storia della spedizione, e Martino de Judicibus.

Juan Sebastián Elcano
Juan Sebastián Elcano

Effetti del viaggio

Il viaggio di Magellano dimostrò definitivamente quattro cose:

  • La Terra è una sfera.
  • La circonferenza del pianeta è maggiore di quanto avessero mai creduto tutti i geografi.
  • che l’America poteva essere circumnavigata al pari del continente africano.
  • Si perdono 24 ore se si segue il cammino del Sole da oriente ad occidente.
rotta delle spezie

rotta delle spezie

Dal punto di vista materiale, date le lunghe distanze percorse (la Victoria aveva coperto 69.000 km in tre anni per tornare in Spagna), il viaggio di Magellano non poté rappresentare una valida alternativa alla cosiddetta Rotta delle Spezie controllata dai portoghesi.

Forse potrebbe interessarti anche: Francis Drake e la circumnavigazione del globo

Fonte: Wikipedia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: