La berta maggiore – Uccello o Sirena?

La berta maggiore (Calonectris diomedea) è un uccello della famiglia Procellariidae. È lunga circa 50 cm e raggiunge un peso di 700 g. Ha ali strette, allungate, con una apertura alare di quasi un metro; coda corta e rotondeggiante. La testa è ricoperta da un piumaggio grigio chiaro, mentre il piumaggio del dorso è bruno e quello di collo e ventre bianco. Il becco è giallo e le zampe rosate.

Calonectris diomedea
Calonectris diomedea

Alimentazione

La Berta Maggiore si dedica alla ricerca del cibo in gruppi numerosi. Si tuffa in acqua da una decina di metri e cattura le prede sulla superficie o inseguendole sott’acqua. Si ciba di pescicefalopodi crostacei.

Alcune specie di uccelli riescono ad immergersi nel mare fino a 10mt
Alcune specie di uccelli riescono ad immergersi nel mare fino a 10mt

Tra mito e realtà

Caratteristica della Berta Maggiore è la voce, che somiglia a una voce umana, come di bambino, più acuta nel maschio e più grave nella femmina. Le colonie nidificanti, ascoltate da lontano, possono dare l’impressione di una folla di bambini che chiacchiera a voce alta. La berta con il suo caratteristico canto potrebbe aver dato origine al mito delle sirene che, secondo la tradizione greca erano per l’appunto metà donna e metà uccello marino

Odisseo e le Sirene. Particolare di vaso attico a figure rosse, ca. 480-470 a.C. Da Vulci.
Odisseo e le Sirene. Particolare di vaso attico a figure rosse, ca. 480-470 a.C. Da Vulci.

Curiosità

Secondo un racconto antico le due sirene che tentarono Ulisse si uccisero gettandosi in mare perché non erano riuscite a trattenere l’eroe. Una di esse, Partenope, si arenò sulla spiaggia di ciò che diverrà la città di Napoli.

Un altra pillola di conoscenza per te: Le Veneralia – una festività romana

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: