In bocca al lupo… ma che non crepi!!!

Il detto “In bocca al lupo!” non significa quello che crede la maggior parte delle persone. Dite la verità, quante volte vi è capitato di dire in bocca al lupo ad un amico prima di un esame o per augurare buona fortuna a qualcuno.. Finqui niente di strano ovviamente.

Povero Lupo!

Ma al povero lupo, in risposta si dice sempre “Crepi!”. Beh state sbagliando se siete tra questi. Infatti augurare in bocca al lupo è una ottima cosa e non si dovrebbe MAI rispondere crepi, ma invece grazie! e vi spiegherò il perchè..

Mamma lupo è una brava e mamma

in bocca al lupo
Un cucciolo “in bocca al lupo!”

Protezione

Con il termine in bocca al lupo ci si riferisce all’atteggiamento protettivo della mamma lupo verso i suoi cuccioli. Infatti in caso di pericolo la brava mamma sposta subito i suoi cuccioli con la bocca, delicatamente ma saldamente, e li mette al sicuro dai vari predatori che potrebbero attaccare i piccoli. Quindi quando qualcuno vi augura di finire tra le fauci del lupo, non affrettatevi a far morire il lupo. L’augurio infatti è quello di essere al sicuro e protetti da mamma lupo!

Origine del detto

Anche se l’origine del modo di dire non è chiara, come altre analoghe espressioni che hanno per protagonista il lupo, sembrerebbe legata all’immagine del lupo nella tradizione popolare come personificazione stessa del male. Infatti il lupo, considerato animale feroce e dall’insaziabile voracità nella tradizione antica e medioevale, portò morte e terrore fra gli abitanti delle campagne e delle zone di montagna. Soprattutto fra pastori e cacciatori, divenne quindi in tutta l’Europa il protagonista negativo di numerose favole, leggende e storie che furono tramandate attraverso i secoli.

L’antifrasi

Il detto sarebbe quindi nato dal linguaggio dei cacciatori come frase d’augurio di buona fortuna, rivolta per antifrasi (cioè con significato opposto a quello letterale) ai cacciatori stessi, e, per estensione, a chi si appresta ad affrontare una prova rischiosa o difficile. La risposta “Crepi il lupo!” sarebbe invece nata per estensione da altre espressioni, costruite analogamente col verbo crepare, nelle quali alla lingua viene attribuito il potere magico di allontanare la cattiva sorte oppure di scongiurare un cattivo presagio, come, ad esempio, “Crepi l’avarizia!” e “Crepi l’astrologo!”.

Forse può interessarti anche: La natura di Fibonacci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: